Villacidro TurismoVillacidro Turismo

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Vai al menu del sito



Sezioni del sito:

Vai su


Contenuti

Pineta Carmine

Chiesetta del Carmine

 

Una bella e fitta pineta circonda la parte alta di Villacidro e ricopre per intero i versanti del Monte Omo e del Monte Cuccureddu sui quali si adagia la cittadina.

Il manto dei pini è un omaggio all’immenso sacrificio ambientale che questa terra, come l’intera Sardegna, dovette sopportare nei secoli passati. Queste montagne erano un tempo coperte di macchia mediterranea e di boschi di lecci e sughere che vennero completamente distrutti durante il regno sabaudo; il legname servì per alimentare i forni di fusione della vicina fonderia, attiva dal 1743 al 1806.

Nel 1888 l’Amministrazione di Villacidro decise di restituire alle montagne l’antico aspetto e di proteggere la cittadina dalle intemperie del clima, che il disboscamento aveva fortemente inasprito, con la messa a dimora di 500 pini. Venne scelto il pino per la sua crescita veloce, perché è un albero che ha un legno molto leggero e soprattutto perché ha una legna non buona da ardere, in ricordo del sacrificio dei boschi andati in fumo in passato.

Le piantine attecchirono facilmente e in pochi anni crebbero notevolmente di numero. Villacidro ne guadagnò in bellezza e salubrità dell’aria attirando a sé moltissimi villeggianti, soprattutto provenienti da Cagliari, che, nei mesi estivi, qui si rifugiavano per sfuggire alla calura soffocante della città.


 

Risorse correlate

Video sulla Pineta Carmine
 
La croce della pineta Carmine
 
Chiesetta del Carmine
 
Veduta del paese dalla pineta
 
Veduta del paese dalla pineta
 
MAPPA: Visualizza la posizione nella cartina interattiva
Home | Contatti | Mappa | Credits | Copyright Comune di Villacidro | Tutti i diritti riservati

Vai su