Villacidro TurismoVillacidro Turismo

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Vai al menu del sito



Sezioni del sito:

Vai su


Contenuti

Storia

La storia di villacidro

 

Numerosi rinvenimenti archeologici testimoniano la presenza ininterrotta dell’uomo in questo territorio sin dal periodo neolitico. Importanti e significativi i ritrovamenti di età nuragica e successivamente di età romana: molti i resti di nuraghi presenti in tutto il territorio, diverse necropoli romane tra cui una nell’attuale centro abitato, resti di terme in prossimità del rio Leni, insomma tracce e segni che evidenziano l’alta frequentazione del luogo.

Notizie documentarie certe del centro si hanno a partire dal 1400, grazie ad un documento d’archivio in cui è attestata la presenza di un gruppo di famiglie che abitavano quella che oggi è la parte più antica del paese, il Rione Castangias.

Durante il periodo giudicale, il Medioevo sardo, Villacidro faceva parte del Giudicato di Cagliari e della Curatorìa di Parte Ippi, nome che ha, probabilmente, ispirato lo scrittore Giuseppe Dessì, che definisce Parte d’Ispi, la zona di Villacidro e dintorni.

Le vicissitudini della cittadina seguono quelle dell’ex Giudicato, che dalla dominazione pisana passa a quella aragonese e spagnola poi. In epoca spagnola il Marchese Brondo acquistò il feudo dalla Corona e stabilì la sua dimora presso l’attuale palazzo vescovile, allora palazzo Brondo.

Nel periodo spagnolo e in quello sabaudo la cittadina ha conosciuto così un periodo di sempre maggiore sviluppo che è culminato con l’elezione di Villacidro a capoluogo di provincia nel 1807. Il Settecento e l’Ottocento furono per Villacidro epoche di grande crescita come testimonia anche la realizzazione della fonderia Mandel, attivata per lavorare i minerali estratti in tutto il bacino dell’Iglesiente e del Guspinese-Arburese.

Successivamente, la cittadina non hai mai smesso di avere un ruolo importante e significativo per tutto il territorio. Il grande dinamismo economico, la posizione privilegiata e la ricchezza delle sue risorse hanno sempre assegnato a Villacidro un ruolo notevole, sia dal punto di vista economico e produttivo che culturale e turistico.
 

Risorse correlate

All'interno del museo archeologico Leni
 
Pianta ed elevazioni della Fonderia Mandel costruita negli anni 1741-43 (da G.Rolandi, 1971)
 
Home | Contatti | Mappa | Credits | Copyright Comune di Villacidro | Tutti i diritti riservati

Vai su